Biblioteca

La biblioteca

La biblioteca di Cultura e Sviluppo ospita 13.000 volumi, frutto delle generose donazioni di alcuni amici, di cui 4.000 relativi ad argomenti politici, filosofici ed economici e 2.000 di narrativa.
Sono presenti anche molti testi di cinema, teatro, musica, fotografia, arte e viaggi.

La Biblioteca è nata con la cospicua donazione degli eredi di Claudio Zucchelli che possedeva un fondo di oltre 3.000 libri. In seguito sono stati donati molti altri volumi da

varie persone vicine all’Associazione fino a raggiungere l’attuale patrimonio.

Archivio dei testi
L’Associazione mette a disposizione di chiunque sia interessato l’elenco completo dei testi presenti nella nostra sede; il file è scaricabile dalla pagina ricerca materiali, selezionando come categoria, ambito e tipologia, TUTTO e inserendo nella finestra di ricerca: Biblioteca – elenco testi. Si tratta di un file PDF nel quale sono presenti due fogli: il primo, denominato CZ (ovvero Claudio Zucchelli) raccoglie i volumi del fondo Zucchelli, consultabili presso Cultura e Sviluppo ma non aperti al prestito per espressa volontà dei donatari; la seconda pagina, intitolata biblioteca, raggruppa i testi consultabili e aperti al prestito. Se invece preferite svolgere una ricerca per argomenti, abbiamo inserito un altro file PDF diviso proprio per categorie. In questo caso, sempre partendo dalla pagina ricerca materiali, selezionando come categoria, ambito e tipologia, TUTTO e inserendo nella finestra di ricerca: Biblioteca – divisione per argomenti.

REGOLAMENTO BIBLIOTECA

Art. 1 – Orario di apertura al pubblico

La Biblioteca è aperta l lunedì dalle 15 alle 18 e gli altri giorni su appuntamento.

Art. 2 – Servizi

Chiunque può accedere liberamente agli spazi della Biblioteca e al patrimonio documentario.

La Biblioteca organizza i seguenti servizi:

  • prestito e consultazione di libri
  • sale di lettura per la consultazione
  • informazioni al pubblico
  • consultazione del catalogo

Il servizio di informazione e assistenza bibliografica è disponibile per tutti gli utenti, anche non iscritti al prestito. Il personale fornisce informazioni sui servizi della Biblioteca e sulla consultazione del catalogo.

La Biblioteca possiede i seguenti cataloghi:

  • un catalogo generale alfabetico per autori
  • un catalogo generale alfabetico per argomenti

L’iscrizione al prestito è gratuita e avviene previa presentazione di un documento d’identità in corso di validità. L’utente è tenuto a comunicare alla Biblioteca, nel più breve tempo possibile, eventuali variazioni di indirizzo o di recapiti telefonici,

All’atto dell’iscrizione viene rilasciata all’utente una tessera senza scadenza. La tessera è personale e dovrà essere utilizzata per
usufruire dei servizi di prestito, esclusivamente dal titolare della stessa, salvo casi di comprovata necessità e previa presentazione di delega scritta.

I minori di 15 anni possono iscriversi alla Biblioteca se accompagnati da un genitore che ne autorizzi l’iscrizione. Tale autorizzazione
può essere affidata dai genitori ad un altro adulto tramite delega scritta.

L’utente è responsabile dell’uso fatto da terzi della tessera. Nel caso di smarrimento o furto, l’utente è tenuto ad informare tempestivamente la Biblioteca, che procederà all’annullamento della tessera e a una nuova iscrizione.

È possibile prendere in prestito fino a 3 volumi, utilizzando la propria tessera di iscrizione. All’atto del prestito verrà
rilasciato un tagliando con i dati dell’utente, del libro e la data del prestito.

Se il documento richiesto non è disponibile perché in prestito, può essere prenotato, fino a un massimo di 3 prenotazioni. La Biblioteca avviserà telefonicamente o via e-mail l’utente quando il documento rientrerà dal prestito. L’utente, informato della disponibilità del documento prenotato, potrà ritirarlo entro 7 giorni; trascorso questo periodo, la prenotazione sarà annullata.

La durata del prestito di un libro è di 30 giorni, rinnovabile, per una sola volta, per 15 giorni.

Il rinnovo va effettuato entro la scadenza del prestito e può essere richiesto di persona, tramite comunicazione telefonica, fax o e-mail.
Il prestito di un’opera prenotata da altri utenti non può essere rinnovato.

Tutti i documenti della Biblioteca sono ammessi al prestito ad esclusione di quelli appartenenti al Fondo Zucchelli, disponibili solo in consultazione.

La restituzione deve avvenire in orario di apertura delle Biblioteca. Sarà cura dell’utente conservare per 30 giorni il tagliando del prestito, annullato con apposito timbro al momento della restituzione, da presentare in caso di eventuali contestazioni da parte della Biblioteca.

All’utente che non restituisca puntualmente i documenti avuti in prestito è rivolto, via e-mail o telefono, l’invito a restituirli. In caso di ritardo superiore alle 48 ore viene applicata la sospensione da tutti i servizi di prestito per un numero di giorni pari a quelli della mancata restituzione.

In caso di ritardo superiore ai 20 giorni viene inviata una lettera di sollecito di restituzione. Al quarantesimo giorno di ritardo viene
inviata una seconda lettera di sollecito. Dopo il secondo mese di ritardo viene avviata la procedura di recupero coatto con l’addebito del valore dei documenti. L’utente è escluso dal servizio di prestito a tempo indeterminato e l’eventuale riammissione avverrà a cura della Direzione.

L’utente avrà cura di controllare lo stato dei documenti prima di prenderli in prestito. In caso di deterioramento, di smarrimento, di furto o di danneggiamento da parte di terzi è richiesta la sostituzione con copia della stessa edizione o di edizione successiva purché corrispondente alla stessa veste editoriale o con edizione diversa di adeguato valore concordata con la Biblioteca.

Se la pubblicazione non è più in commercio, la Biblioteca valuterà caso per caso il valore del rimborso a carico dell’utente.

Fino ad avvenuta sostituzione o rimborso dei documenti danneggiati o smarriti, l’utente è sospeso dai servizi di prestito. Qualora
l’utente non provveda al rimborso entro 30 giorni, viene avviata la procedura di recupero coatto, con addebito dei prezzi.

Art. 3 – Doveri degli utenti

I frequentatori della Biblioteca si impegnano a :

  • osservare un contegno tale da non recare disturbo in alcun modo agli altri utenti
  • usare i libri e gli altri materiali della Biblioteca con la massima cura per non danneggiare la proprietà
  • è vietato in particolare fare segni di qualunque tipo sui libri e sugli altri materiali
  • chi danneggia materiali o arredi della Biblioteca è tenuto a rispondere del danno sostituendo le cose danneggiate o perdute con altre identiche o versandone il valore nella misura determinata dalla Direzione dall’Associazione Cultura e Sviluppo.

Lascia un commento