Calendario

 

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
Nov
15
Gio
2018
Giovedì Culturali – Detenuti e carcere. Rapporti con la comunità del territorio. Volontariato in carcere oggi @ Cultura e Sviluppo
Nov 15@19:00–22:30

Nell’ambito dei Giovedì Culturali, l’Associazione Cultura e Sviluppo, unitamente all’Associazione Don Angelo Campora, organizza un’iniziativa per riportare l’attenzione sulla realtà carceraria, troppo spesso dimenticata e non considerata al pari di altre istituzioni che operano sul territorio come l’Ospedale, l’Università o il Sindacato. In un momento storico in cui si tende a separare e allontanare piuttosto che ad unire e avvicinare, l’incontro – andando controcorrente – si pone invece in linea con il tracciato già a suo tempo indicato dalla Riforma Penitenziaria del 1975, i cui principi ispiratori e le cui finalità oggi devono essere confermati e, se necessario, difesi.

Troppo spesso considerata una “città nella città”, slegata dal contesto che la circonda, Alessandria convive con una realtà carceraria composita, composta da due istituti con peculiarità differenti, la Casa Circondariale di piazza don Soria e l’Istituto Penitenziario di San Michele. L’iniziativa del prossimo 15 novembre, dunque, auspica di poter dare un contributo all’abbandono della concezione delle “due città”, per discutere, ragionare e progettare senza più tenere separate le Istituzioni Carcerarie dalla città dove sono ubicate. A collaborare a questa operazione di inclusione sociale sono chiamate le Istituzioni, gli Enti, le Associazioni, i Volontari, i mass media ed ogni altra Agenzia ed Organismo, a vario titolo interessati.

Interverranno nel corso della serata, quali relatori: il Dr. LIVIO PEPINO, già Magistrato ed oggi Direttore Editoriale di “Edizioni Gruppo Abele”; il Dr. RICCARDO DE VITO, Magistrato al Tribunale di Sorveglianza di Sassari e presidente di Magistratura Democratica; il Dr. BRUNO MELLANO, Garante dei Detenuti per il Piemonte e membro del Consiglio Regionale del Piemonte; la Dr.ssa ELENA LOMBARDI VALLAURI, Direttrice del complesso penitenziario di Alessandria. Arricchiranno il dibattito alcuni interventi qualificati di volontari e operatori.

Di questi temi si parlerà appunto

GIOVEDI 15 NOVEMBRE 2018
ore 19,00 – 22,30 (con pausa buffet alle 20,30)

all’incontro dal titolo

DETENUTI E CARCERE. RAPPORTI CON LA COMUNITÀ DEL TERRITORIO
VOLONTARIATO IN CARCERE OGGI

Nov
22
Gio
2018
Giovedì Culturali – Il movimento del Sessantotto: riflessioni, parole, musica @ Cultura e Sviluppo
Nov 22@19:00–22:30

Il Sessantotto, a distanza di cinquant’anni, rimane un momento altamente simbolico, soprattutto grazie alle manifestazioni studentesche (e poi operaie) che ebbero luogo in moltissimi Paesi. Anche l’Associazione Cultura e Sviluppo ha pensato di riflettere su quello snodo fondamentale con un appuntamento dei Giovedì culturali articolato in due momenti distinti.

Nella prima parte, a partire dalle ore 19, il professor Bruno Cartosio (Università di Bergamo) rifletterà su ciò che il movimento del ’68 ha rappresentato, e sulla sua eredità, con particolare attenzione per gli Stati Uniti. Con lui interverrà Pier Paolo Poggio (Fondazione Luigi Micheletti), con uno sguardo più orientato all’Italia e all’Europa.

Nella seconda parte della serata, si esibiranno invece due gruppi musicali, i Suoni Ribelli (Gianluca Bianchi, fisarmonica, flauto, voce; Mimma Caldirola, voce; Enzo Macrì, voce, regia; Dino Porcu, chitarra; Otello Vanni, chitarra e voce) e i Nuovi Trovieri (Gianni Ghè, Gianfranco Calorio e Giancarlo Monfredini), che insieme proporranno uno spettacolo dal titolo Come un tram senza freni. La musica del ’68 e dintorni.

Gli anni Sessanta non furono solo il decennio dei diritti civili e della guerra del Vietnam, delle rivolte di strada e degli assassinii politici, ma anche dei Beatles e dei Rolling Stones, di Bob Dylan e Joan Baez. La musica e il suo linguaggio universale furono gli elementi che unirono i ragazzi di tutte le nazionalità. I Rockes, I Nomadi, Guccini, L’Equipe 84, e tanti altri, inserirono nel contesto musicale italiano oltre ai capelli lunghi, ai jeans e all’abbigliamento stravagante, anche i temi della rivolta sociale. Nei testi, spesso tradotti dall’inglese, si raccontava oltre al disagio esistenziale della condizione giovanile, la speranza di un mondo nuovo e la contrarietà alla guerra. E poi c’era la canzone politica. Esclusa dai media, aveva tuttavia i suoi canali di diffusione nel “movimento”. Ogni occasione era buona per tirare fuori la chitarra e intonare “Contessa” o “Cara Moglie”. La musica del “Nuovo canzoniere italiano” con Ivan Della Mea, Giovanna Marini, Paolo Pietrangeli, Paolo Ciarchi, Rudi Assuntino, Gualtiero Bertelli costituiva la vera colonna sonora della contestazione. “Come un tram senza freni” è un viaggio nella musica che ha accompagnato la generazione dei “sognatori”, con brevi testi e inserti multimediali dell’epoca.

Siete dunque invitati

GIOVEDI 22 novembre 2018
ORE 19.00 – 22.30 (con pausa buffet alle ore 20.30)

all’incontro dal titolo

IL MOVIMENTO DEL SESSANTOTTO
riflessioni, parole, musica

Nov
29
Gio
2018
XVI Convegno nazionale di Diritto Sanitario – Prologo @ Cultura e Sviluppo
Nov 29@19:00–22:30

Roberto Turno intervista l’onorevole Rosy Bindi su Salute, sanità e società italiana: 40 anni di cambiamenti

dopo la pausa buffet Renato Balduzzi, Rosy Bindi, Antonio Brambilla e Giacomo Centini dialogano sul tema Servizi sanitari e sociosanitari tra ospedale e territorio.

Dic
6
Gio
2018
Giovedì Culturali – C’era una volta la Padania? La Lega da Bossi a Salvini: tra contestazione e governo @ Cultura e Sviluppo
Dic 6@19:00–22:30

Nel prossimo appuntamento dei Giovedì Culturali si parlerà di politica e di attualità. È il partito più longevo del sistema politico italiano, la formazione da più tempo insediata all’interno del nostro Parlamento. Stiamo parlando della Lega (Nord), sopravvissuta al declino del suo leader/fondatore Umberto Bossi, e attualmente una delle due forze di governo – insieme al Movimento 5 Stelle – sotto la guida di Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e Ministro dell’Interno.

“La Lega di Salvini. Estrema destra di governo” (Il Mulino, 2018) è il nuovo libro di Gianluca Passarelli e Dario Tuorto, entrambi ricercatori e docenti universitari che si interrogano, sulla base di dati scientifici e interviste, sui cambiamenti del partito del “prima gli italiani” che ha efficacemente preso il posto del “prima il Nord” e che si colloca oggi nell’area dell’estrema destra, anche in ambito europeo e internazionale.

La presentazione del volume sarà l’occasione per discutere a tutto campo dell’attuale situazione politica: insieme agli autori, vi sarà il giornalista del Corriere della Sera, Marco Imarisio, che traccerà un quadro sullo scenario nazionale. Che fine hanno fatto i temi cari alla Lega Nord, partito territoriale delle origini? Come possono essere interpretati i rapporti tra Lega e M5s e quali sono le prospettive future, anche in vista delle elezioni europee della prossima primavera?

Per ragionare di questi temi vi invitiamo dunque

GIOVEDI 6 DICEMBRE 2018
ore 19-22,30 (con pausa buffet alle 20,30)

alla serata intitolata

C’ERA UNA VOLTA LA PADANIA?
La Lega da Bossi a Salvini: tra contestazione e governo

Nostri ospiti saranno

MARCO IMARISIO
Giornalista, inviato del Corriere della Sera

GIANLUCA PASSARELLI
Professore associato di Scienza Politica, Università di Roma La Sapienza

DARIO TUORTO
Professore associato di Sociologia, Università di Bologna

Introduce e modera Maria Elisabetta Lanzone, docente di Sociologia Politica Università di Padova.

Dic
13
Gio
2018
Giovedì Culturali – Dialogo con SociAl: la Fondazione si racconta attraverso i progetti sostenuti @ Cultura e Sviluppo
Dic 13@19:00–22:30

 

 

 

 

Come di consueto, uno degli ultimi appuntamenti dei Giovedì Culturali prima della pausa natalizia sarà dedicato a tematiche sociali. In particolare, i protagonisti del prossimo incontro saranno alcuni dei progetti sostenuti dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2017.

Attraverso alcune brevi interviste, saranno raccontate iniziative ritenute esempio di alcuni aspetti di valore – l’inclusività e i percorsi di vita indipendente, la capacità di costruire reti di partner, l’imprenditività nel sociale, l’educazione alla sostenibilità ambientale – che contribuiscono a rispondere ai bisogni della nostra comunità.

Saranno i referenti di “Articolo 19 – V.I.N.C.O. IO!”, “Mind the gapp 2.0”, “Shule”, “Orti e Salute”, “Campa cavallo: filiera artigianale per la canapa” e “Social Catering” a raccontare le proprie iniziative.

La serata si concluderà con un piccolo concerto tenuto dai partecipanti del Laboratorio del Battito del Centro Down di Alessandria, un progetto di musico-terapia basato sulle percussioni e la teatralità per giovani con disabilità.

Vi invitiamo quindi

GIOVEDI 13 DICEMBRE 2018
ORE 19.00 – 22.30 (con pausa buffet alle 20.30 a cura di Social Catering)

a partecipare all’incontro

DIALOGO CON SOCIAL
la Fondazione si racconta attraverso i progetti sostenuti

a seguire il concerto

LABORATORIO DEL BATTITO

Dic
20
Gio
2018
Giovedì Culturali – A cosa serve l’economia? Dalla teoria alla spending review @ Cultura e Sviluppo
Dic 20@21:00–23:00

A cosa serve l’economia? A quale livello di scientificità può ambire? Dopo la crisi del 2008, gli economisti sono stati messi fortemente in discussione, ma nei momenti di emergenza come quello che stiamo vivendo, è soprattutto a loro che ci si rivolge per trovare soluzioni concrete. Tra approccio teorico e proposte pratiche, l’Associazione Cultura e Sviluppo propone nel prossimo incontro dei Giovedì culturali una riflessione a più voci, ospitando tre professori di economia – Carlo Cottarelli, Salvatore Rizzello e Francesco Guala – che si confronteranno dapprima sulla situazione economica globale, e discuteranno poi, con uno sguardo rivolto al nostro Paese, il volume “I sette peccati capitali dell’economia italiana”.

L’economia in Italia è cresciuta poco negli ultimi vent’anni, ha accelerato un po’ nel 2017, ma è stato così anche per molti altri Paesi. Perché non riesce a recuperare? Secondo l’economista Carlo Cottarelli, autore del testo, esistono alcuni ostacoli molto ingombranti. Sono appunto sette i “peccati capitali” che bloccano il nostro Paese: l’evasione fiscale, la corruzione, la troppa burocrazia, la lentezza della giustizia, il crollo demografico, il divario tra Nord e Sud, la difficoltà a convivere con l’euro. Quali sono le cause di questi peccati? Davvero commettiamo più errori degli altri paesi? Ma, soprattutto, ci sono segnali di miglioramento e speranza per il futuro?

Per discutere di questi temi vi invitiamo

GIOVEDI 20 DICEMBRE 2018
Ore 21-23

alla conferenza dal titolo

A COSA SERVE L’ECONOMIA?
Dalla teoria alla spending review

Nostri ospiti, come detto, saranno

CARLO COTTARELLI
Direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani, è stato Direttore Esecutivo al Fondo Monetario Internazionale e Commissario per la Revisione della Spesa Pubblica in Italia

FRANCESCO GUALA
Professore Ordinario di Economia Politica – Università di Milano
Presidente dell’Associazione Cultura e Sviluppo

SALVATORE RIZZELLO
Professore Ordinario di Economia Politica e Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università del Piemonte Orientale

Gen
15
Mar
2019
Giovedì Culturali – Politica e verità. In dialogo con Gianrico Carofiglio @ Cultura e Sviluppo
Gen 15@20:00–22:00

Dopo la pausa natalizia, riprendono le attività culturali dell’Associazione Cultura e Sviluppo. Nella prima conferenza del 2019, che avrà luogo in un giorno e un orario per noi inusuali (martedì 15 gennaio, alle ore 20), avremo il piacere di ospitare un relatore di particolare prestigio, ossia il dottor Gianrico Carofiglio. Magistrato, già senatore della Repubblica e autore di numerosi libri – racconti, romanzi, saggi – tradotti in tutto il mondo, nel 2018 Carofiglio ha pubblicato, con Jacopo Rosatelli, dottore di ricerca in studi politici e professore nelle scuole superiori, un piccolo ma molto denso volume intitolato Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità (edizioni Gruppo Abele).

Proprio a partire da questo loro appassionato e appassionante “dialogo”, ragioneremo con i due autori sul rapporto complesso tra politica e verità, sulla dimensione etica dell’impegno pubblico, sul nostro presente particolarmente incerto e sulla necessità di agire in modo responsabile verso un orizzonte di valori e ragioni condivise.

Vi invitiamo dunque

MARTEDÌ 15 GENNAIO 2019
ore 20.00 – 22.00

all’incontro dal titolo

Politica e verità
In dialogo con Gianrico Carofiglio

Nostri ospiti, come detto, saranno i Professori

Jacopo Rosatelli

Gianrico Carofiglio

autori del volume Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità
(Edizioni Gruppo Abele, Torino 2018), presentato nel corso della serata

 

Gen
24
Gio
2019
Giornata della memoria – “Le chiese cristiane di fronte alla Shoah” e ricordo di Gian Piero Armano @ Cultura e Sviluppo
Gen 24@19:00–22:30

In occasione della Giornata della Memoria, l’Associazione Cultura e Sviluppo promuove una serata, all’interno dei Giovedì culturali, dedicata ad un tema specifico dello sterminio degli Ebrei d’Europa nel corso della seconda guerra mondiale: “Le Chiese cristiane di fronte alla Shoah”.

Continua così il ciclo pensato dal compianto Gian Piero Armano, con interventi che, al di là delle celebrazioni istituzionali, tentano approfondimenti, soprattutto nelle scuole superiori, sul vissuto delle persecuzioni antiebraiche da parte della Germania nazista. Dopo i capitoli sulla vita sportiva, artistica, musicale nei Lager e quelli sui carnefici e vittime dello sterminio, si arriva, negli ultimi due anni, a trattare della reazione posta in essere dopo le notizie dei massacri operati dai nazisti in Europa.

Il tema di quest’anno, per la prima volta senza la presenza di Gian Piero, sarà trattato nella serata del 24 gennaio da Agostino Pietrasanta e Stefano Tessaglia. Gli interventi saranno preceduti da una breve testimonianza di studenti che, coi due relatori, hanno già approfondito l’argomento nelle sedi scolastiche della provincia.

Nella seconda parte, dopo la pausa buffet, sarà invece ricordato Gian Piero Armano, come da programma di seguito specificato. Vi invitiamo dunque all’incontro di

GIOVEDI 24 GENNAIO 2019

ore 19.00

LE CHIESE CRISTIANE DI FRONTE ALLA SHOAH

interventi di Agostino Pietrasanta e Stefano Tessaglia
testimonianze degli studenti Valentina Ramella e Alberto Sgariboldi

ore 20.30 pausa buffet

ore 21.00

RICORDO DI GIAN PIERO ARMANO

Interventi di Giorgio Guala, Maria Rita Rossa, Daniele Borioli
intervallati da brani musicali, inerenti il tema della Shoah
eseguiti dall’Orchestra “Saluzzo-Plana” diretta dal prof. Enrico Pesce

Feb
7
Gio
2019
Giovedì Culturali – Fuori come va? Guarire si può @ Cultura e Sviluppo
Feb 7@19:00–22:30

Sono trascorsi poco più di 40 anni da quando è stata promulgata la Legge Basaglia che, disponendo la chiusura dei manicomi, ha segnato una svolta rivoluzionaria nel mondo della cura e dell’assistenza ai pazienti psichiatrici, una cesura con il passato dalla quale non si può che andare avanti sulla strada del diritto, della libertà e della dignità. Su questa svolta si rifletterà nel prossimo appuntamento dei Giovedì Culturali, analizzando i cambiamenti avvenuti e il funzionamento attuale dei servizi di salute mentale, anche a livello locale. “Solo comprendendo che il valore della persona – sana o malata – va oltre il valore della salute e della malattia, si può capire come la malattia… può essere usata come strumento di appropriazione o di alienazione da sé, quindi come strumento di liberazione e di dominio” scrive Franca Ongaro Basaglia. Il processo di deistituzionalizzazione ha favorito il rafforzamento degli utenti come soggetti di diritto, dotati di contrattualità? Questo rafforzamento ha riguardato anche operatori, familiari, volontari, cittadini che hanno un rapporto diretto con il servizio? Cosa succede alle persone che vivono un’esperienza di malattia e come avviene la loro reale partecipazione? Come si svolge il processo attraverso cui la guarigione si realizza?

Questi e altri interrogativi saranno al centro della conferenza di

GIOVEDI 7 FEBBRAIO 2019
ore 19.00- 22,30 (con pausa buffet alle 20,30)

FUORI COME VA? GUARIRE SI PUÒ

Nostri ospiti saranno

PEPPE DELL’ACQUA
psichiatra, ha lavorato con Franco Basaglia dal 1971 e ha diretto per 18 anni il Dipartimento di Salute mentale di Trieste. Con Massimo Cirri ha recentemente messo in scena uno spettacolo teatrale che racconta il fermento che portò alla legge 180

SILVA BON
storica contemporaneista. Ha profonde conoscenze nell’ambito dei problemi della sofferenza mentale. È stata presidente dell’associazione di volontariato culturale di donne “Luna e l’altra”, che lavora con il Dsm di Trieste

CATERINA CORBASCIO
Direttore del Dipartimento Interaziendale di Salute Mentale di Asti e Alessandria

Introdurrà la conferenza e modererà il dibattito Rosmina Raiteri, psicopegagogista.

Durante la serata saranno disponibili all’acquisto testi di S. Bon, P. Dell’Acqua e F. Rotelli.

Feb
21
Gio
2019
Giovedì Culturali – Serata De André @ Cultura e Sviluppo
Feb 21@19:00–22:30

A vent’anni dalla sua scomparsa, l’Associazione Cultura e Sviluppo dedica una serata a Fabrizio De André, a cui nel 2006 propose di dedicare la piazza nella quale ha la propria sede. Il cantautore genovese ha rispecchiato con i suoi dischi un pezzo di società e di storia del nostro Paese, ha raccontato l’avventura umana dei più umili, ha fotografato il nostro tempo, ne ha espresso gli ideali e le sfumature della vita quotidiana con esemplare capacità di sintesi, spirito di denuncia e un’efficacia poetica tale da raccogliere i massimi riconoscimenti pubblici. Nella prima parte dell’incontro verrà presentato il libro Amico Faber, nel quale l’autore Enzo Gentile coinvolge e chiama a testimonianza centotrenta amici di De André, collaboratori, partner di musica e non solo: figure note o del tutto sconosciute alle cronache che lo hanno accompagnato nella lunga parabola artistica o nei più significativi passaggi della sua esistenza. Il lavoro lascia affiorare aneddoti, rivelazioni, momenti d’intimità che mettono a fuoco il messaggio e definiscono l’uomo: un viaggio che va dalla Genova degli esordi agli ultimi giorni, inseguendo la trama dei ricordi, dei pensieri, delle tracce più autentiche di un artista immenso.

Nella seconda parte il gruppo musicale “Le Quattro Chitarre di Genova” offrirà al pubblico il concerto Come l’amore rosso, con le canzoni più significative del repertorio di Fabrizio De André, costruito in 35 anni di carriera, a partire dalle prime e celeberrime La canzone di Marinella, La città vecchia, Via Del Campo, passando alle note di Andrea, Fiume Sand Creek, per attivare nel finale a Creuza de ma.

Vi invitiamo dunque

GIOVEDI 21 FEBBRAIO 2019
ore 19.00- 22,30 (con pausa buffet alle 20,30)

SERATA DE ANDRÉ

Nostri ospiti saranno

ENZO GENTILE
giornalista, conduttore radiofonico, consulente per dischi, cinema e teatro, 
curatore di mostre e manifestazioni, docente

LE QUATTRO CHITARRE DI GENOVA
Pasquale Dieni (chitarra ritmica, seconda voce, narratore), Aldo Ascolese (voce solista, chitarra, armonica a bocca), Gianluca Origone (chitarra solista e arrangiamenti), Gianni Amore (chitarra e arrangiamenti)