Calendario

 

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
Apr
1
Lun
2019
Caffè Scienza – Professione astronauta @ Cultura e Sviluppo
Apr 1@18:00–19:30

 

PROFESSIONE ASTRONAUTA

LUNEDI 1° APRILE
ORE 18-19,30

Franco Malerba è stato il primo astronauta italiano: ha volato nello spazio nello spazio nel luglio 1992 con lo Shuttle Atlantis per una missione di otto giorni che ha messo in orbita la piattaforma tecnologica europea Eureca e sperimentato il satellite scientifico italiano Tethered. La strada fu irta di prove da superare ed esami. Nel libro Professione Astronauta. La lunga strada per arrivare allo spazio, Malerba ripercorre tutte le tappe della sua ascesa, raccontando le scelte e i retroscena, a volte singolarmente intrecciati con la storia d’Italia della fine del secolo scorso, che lo hanno designato primo italiano a volare nello Spazio.

Franco Malerba, laureato in Ingegneria Elettronica e in Fisica, ha lavorato nel settore della ricerca e dell’industria dell’alta tecnologia. È Ufficiale di Complemento della Marina Militare Italiana. Eletto deputato al Parlamento Europeo nel 1994, ha ispirato i lavori del quinto programma di ricerca e del programma europea per la navigazione satellitare. Attualmente svolge un incarico di coach della Commissione Europea al servizio di alcune Pmi europee. Partecipa attivamente alla comunicazione dello spazio.

Dialoga con il relatore Antonio Lo Campo, giornalista scientifico in particolare per il settore aerospaziale. Collabora con i quotidiani La Stampa e Avvenire, per i mensili di astronomia Nuovo Orione e Le stelle e per altre testate di informazione scientifica e aerospaziale.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria.

Mag
21
Mar
2019
Caffè Scienza -Leonardo da Vinci: artista o scienziato? @ Cultura e Sviluppo
Mag 21@17:30–19:00

LEONARDO DA VINCI, ARTISTA O SCIENZIATO?

MARTEDI 21 MAGGIO
ORE 17,30-19

Leonardo è considerato il più grande artista di tutti i tempi, eppure ha realizzato pochissimi dipinti. Per decenni sono state ricostruite ed esposte le sue “macchine” più famose, il carro armato, la catapulta, un paracadute e addirittura una bicicletta. Al Caffè Scienza organizzato in occasione del cinquecentesimo anniversario della sua morte, scopriremo come questo non solo sia sbagliato ma fuorviante. Il vero Leonardo è nascosto in oltre seimila manoscritti dove scopriremo colui che è considerato forse il primo scienziato della storia. La sua curiosità e la voglia di sperimentare lo rende un esempio e un ispirazione per tutti.

Relatore: Mario Taddei, direttore tecnico e capo ricercatore presso il Centro studi Leonardo3 a Milano. Socio fondatore di Leonardo3 srl e direttore del settore ricerca e sviluppo. Ha progettato e realizzato sistemi complessi multimediali e di divulgazione scientifica per musei, studioso di Leonardo da Vinci, esperto di codici e macchine rinascimentali. Esperto di storia della scienza. Da tempo studia e ricerca i manoscritti di Leonardo da Vinci e ha firmato alcune scoperte e ricerche di risonanza mondiale sulle macchine di Leonardo.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria

Giu
3
Lun
2019
Caffè Scienza – Astronomia gravitazionale: la nuova frontiera @ Cultura e Sviluppo
Giu 3@18:00–19:30

ASTRONOMIA GRAVITAZIONALE: LA NUOVA FRONTIERA

LUNEDI 3 GIUGNO
ore 18-19,30

In questo incontro si discuterà delle nuove frontiere dell’astronomia: l’astronomia gravitazionale.  Da qualche anno ormai l’evidenza delle onde gravitazionali ha rivoluzionato il modo di guardare il cosmo.  In particolare ha portato alla revisione di alcune fondamentali idee, come ad  esempio le stime sulla popolazione di buchi neri che popolano il nostro universo e le nostre galassie.

Passando dagli eventi registrati di onde gravitazionali alle fotografie di buchi neri super massivi, cercheremo di dare un piccolo sguardo verso questa nuova affascinante frontiera della conoscenza.

Relatore: Pietro Antonio Grassi, professore associato di Fisica Teorica presso l’università del Piemonte Orientale ad Alessandria. I temi di ricerca di cui si occupa sono i modelli matematici per la teoria delle stringhe, la supergravità e le interazioni fondamentali.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria

 

Ott
14
Lun
2019
Caffè Scienza – Leggi l’etichetta nel modo giusto per una corretta alimentazione? @ Cultura e Sviluppo
Ott 14@17:30–19:00

LEGGI L’ETICHETTA NEL MODO GIUSTO PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE?

LUNEDI 14 OTTOBRE
ore 17,30-19

“Siamo ciò che mangiamo” ma soprattutto ciò che è riportato sulle etichette alimentari… Queste informazioni a volte sono indicate in modo chiaro ed esauriente, a volte invece sono presenti indicazioni sommarie e poco chiare.

L’etichetta è una carta d’identità di un alimento: riporta informazioni sul contenuto nutrizionale del prodotto, fornisce una serie di indicazioni per comprendere come i diversi alimenti concorrono a una dieta corretta ed equilibrata, ma non solo.

Leggere e comprendere l’etichetta alimentare significa anche imparare a mangiare meglio e sano.

Relatore: Giorgio Calabrese, medico e nutrizionista,  docente all’Università del Piemonte Orientale (laurea magistrale in Biologia, indirizzo Nutrizione e ambiente, sede di Vercelli,) presidente del CNSA, Comitato nazionale sicurezza alimentare presso il Ministero della Salute.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria

Nov
4
Lun
2019
Caffè Scienza – Batteri buoni o cattivi? Questione di equilibrio! @ Cultura e Sviluppo
Nov 4@17:30–19:00

BATTERI BUONI O CATTIVI? QUESTIONE DI EQUILIBRIO!

LUNEDI 4 NOVEMBRE 
ore 17,30-19

Passando dal fenomeno della resistenza dei microrganismi ai farmaci più utilizzati nella terapia delle malattie infettive si introduce il concetto di comunità batterica organizzata. La comunicazione tra batteri, anche di specie differenti, e le relazioni con le cellule animali aprono il tema sul microbiota e sugli aspetti legati all’immunità e al delicato equilibrio tra salute e malattia. Il denominatore comune è l’ambiente in cui viviamo.

Lo studio del microbiota intestinale e la sorveglianza delle antibiotico resistenze rappresentano i due temi principali che sfideranno la capacità del Servizio Sanitario di trovare risposte convincenti, scientificamente solide, sostenibili economicamente e rispondenti ai bisogni di salute dei cittadini. La Microbiologia clinica è uno degli interlocutori a cui chiedere di mettersi in gioco.

Relatore: dott. Andrea Rocchetti, Direttore della Struttura Complessa di Microbiologia e Virologia dell’ Azienda Sanitaria Ospedaliera di Alessandria.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria

Dic
2
Lun
2019
Caffè Scienza – Exomars 2020: alla ricerca della vita su Marte @ Cultura e Sviluppo
Dic 2@17:30–19:30

MISSIONE EXOMARS 2020
alla ricerca della vita su Marte

LUNEDI 2 DICEMBRE 
ore 17,30-19

Dopo aver messo piede sul nostro satellite naturale negli anni ’70 ed esser riusciti a realizzare una stazione spaziale internazionale orbitante, permanentemente abitatala dal 2000, l’uomo sta volgendo il proprio sguardo verso nuove e importanti sfide. Tra queste Marte appare come la destinazione da raggiungere entro le prossime decine di anni. Il cammino che porterà l’uomo a calpestare il suolo marziano è tuttavia ancora molto lungo e ricco di problemi tecnologici ed operativi che devono ancora essere risolti. Per questo le Agenzie spaziali mondiali hanno definito una tabella di marcia ben precisa per il raggiungimento di tali obiettivi, con l’identificazione di passaggi intermedi, atti ad acquisire le informazioni necessarie e sviluppare le conoscenze richieste per permettere all’uomo di arrivare un giorno sul pianeta rosso.

L’esplorazione robotica costituisce un elemento fondante per questa tabella di marcia e in questo ambito l’Europa e soprattutto l’Italia sono in prima fila grazie a Exomars. Questa missione, sviluppata sotto la guida della Thales Alenia Space Italia di Torino, prevede infatti di spedire nel 2020 il primo Rover europeo su Marte, con lo scopo di rilevare forme di vita presenti o passate nel sottosuolo e validare al contempo le capacità tecnologiche europee.

Torino non si limita però ad aver dato “cuore e muscoli” al Rover, ma ospiterà anche il “cervello” della missione. Tutte le operazioni infatti verranno seguite e gestite dal ROCC, Centro di Controllo Operativo del Rover, realizzato presso ALTEC, società anch’essa di Torino, controllata da Thales Alenia Space Italia e dall’Agenzia spaziale italiana.

Durante l’incontro verrà dunque fornita una descrizione dei programmi che porteranno l’uomo su Marte, delle sfide tecnologiche da affrontare domani, soffermandosi e concentrandosi sul presente con la missione Exomars e con il ruolo centrale che Torino ed ALTEC avranno per la missione.

Relatore: Giovanni Martucci di Scarfizzi, laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, è parte del team di sviluppo del Rover Operations Control Center di Exomars e responsabile dello sviluppo business verso i clienti istituzionali ASI/ESA.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria

Gen
13
Lun
2020
Caffè Scienza – E = mc2. Il mondo da allora non fu più lo stesso @ Cultura e Sviluppo
Gen 13@17:30–19:00

E = mc²
il mondo da allora non fu più lo stesso

lunedì 13 gennaio
ore 17,30 – 19

Tra le formule che accompagnano la rivoluzione della fisica dell’inizio del Novecento, quella che lega la massa all’energia è anche una delle più iconiche della storia del pensiero. Semplicità ed eleganza coniugate a una potenza esplicativa capace di sovvertire la conoscenza e di aprire innumerevoli orizzonti alla ricerca scientifica. Ma non solo. La speciale e stringatissima formula ricavata nel 1905 da Albert Einstein, nel luglio del 1946 campeggia sulla copertina della rivista Time, impressa sul disegno minaccioso di un fungo atomico, tramutandosi addirittura in una minaccia di distruzione planetaria.

Perché un’equazione così apparentemente elementare ha rimesso in discussione tutta la fisica precedente fino a diventare una presenza costante nella cultura e nel nostro immaginario? Semplicemente perché spiega la nostra origine: E=mc² è ciò di cui siamo fatti.

Relatore: Vincenzo Barone, professore associato di Fisica teorica all’Università del Piemonte Orientale. Fa parte del comitato editoriale di Asimmetrie, rivista dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e collabora con Il Sole 24 Ore.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria

Feb
3
Lun
2020
Caffè Scienza – Vivere a lungo senza rinunce @ Cultura e Sviluppo
Feb 3@17:30–19:00

VIVERE A LUNGO SENZA RINUNCE

lunedì 3 febbraio
ore 17,30 – 19

Come conciliare i principi di una vita sana con la quotidianità, fatta di spuntini veloci, scarsa attività fisica, stress da multitasking, intossicazione digitale, aperitivi, cene fuori casa? Basandosi sui risultati dei più recenti e attendibili studi scientifici, Paolo Soffientini, ricercatore dell’Ifom – centro di ricerca dedicato allo studio dei meccanismi molecolari alla base della formazione e dello sviluppo dei tumori, fondato da Firc e Airc (Fondazione per la Ricerca sul Cancro) – svela quali sono le regole da seguire e le buone pratiche da introdurre per vivere in modo sano senza però rinunciare alla socialità e ai piaceri della vita. Perché le cose che amiamo possono farci del male e in che modo possiamo toglierci di dosso alcune vecchie abitudini sbagliate? Quali sono i limiti scientificamente tollerabili dal nostro organismo per ogni sostanza con cui interagiamo, volontariamente o meno, delineando il confine tra il giusto e il troppo? E quando non si può fare a meno di “peccare” si può adottare una “dieta di compensazione” compatibile con la vita reale, da pianificare nei giorni precedenti e seguenti.

Relatore: Paolo Soffientini, laureato in Biotecnologie Agrarie Vegetali presso l’Università degli Studi di Milano. Si è occupato di microbiologia e risanamento ambientale, biochimica e trafficking di proteine e immunoterapia associata ai tumori prima di entrare nell’Unità di Sviluppo Tecnologico di Proteomica e Spettrometria di Massa di Ifom (Istituto Firc di Oncologia Molecolare). È autore di pubblicazioni scientifiche su autorevoli riviste internazionali e del libro Cent’anni da Leoni, Manuale per vivere a lungo senza rinunce (Mondadori, 2018). Dal 2019 cura per il Corriere della Sera la rubrica 100 anni da leone sulle pagine del Corriere Salute. Dal 2010 si occupa di divulgazione scientifica, spiegando al pubblico e a studenti e docenti la prevenzione e gli stili di vita sani.

Mar
3
Mar
2020
[ANNULLATO] Caffè Scienza sull’emergenza coronavirus @ Cultura e Sviluppo
Mar 3@17:30–19:00

A CAUSA DI IMPROROGABILI IMPEGNI PROFESSIONALI DEI RELATORI
IL CAFFE’ SCIENZA SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS E’ ANNULLATO

Mag
4
Lun
2020
Caffè Scienza – Missione tra i ghiacci
Mag 4@17:30–19:00

MISSIONE TRA I GHIACCI
LA PRIMA CAMPAGNA OCEANOGRAFICA IN ANTARTIDE
DELLA NAVE DA RICERCA LAURA BASSI

lunedì 4 maggio
ore 17,30-19

Il cambiamento climatico è sempre un problema che riguarda tutto il pianeta. Per continuare a parlarne, anche nel periodo dell’emergenza sanitaria, torna nostra ospite Paola Francesca Rivaro, professore associato presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università degli Studi di Genova. Dal 1994 è coinvolta nel Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) e, a oggi, ha preso parte a 9 spedizioni nel Mare di Ross. Nella XXXV Spedizione PNRA ha svolto il ruolo di coordinatore scientifico.

Nell’incontro, che potrete seguire lunedì 4 maggio dalle 17,30 alle 19 in diretta su Facebook (www.facebook.com/culturaesviluppo), live su YouTube (www.youtube.com/c/associazioneculturaesviluppo), la professoressa Rivaro presenterà le principali attività scientifiche svoltesi tra gennaio e febbraio 2020 in Antartide a bordo della nave ‘Laura Bassi’, acquistata dall’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale di Trieste nel maggio 2019 grazie ad un finanziamento del MIUR, prima nave da ricerca oceanografica italiana rompighiaccio.

La relatrice si occupa dello studio dei processi di ventilazione e di acidificazione nel Mare di Ross in relazione al cambiamento climatico. L’attività scientifica è documentata da oltre 60 pubblicazioni in riviste internazionali, 8 capitoli in volumi e da oltre 90 comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali. Nel 2003 le è stato assegnato dal PNRA e dall’Accademia Nazionale dei Lincei il premio di ricerca Felice Ippolito per il settore Scienze del Mare e nel 2019 il premio speciale del comitato organizzatore del Premio Luisa Minazzi “Ambientalista dell’anno 2019” e della redazione de La Stampa.