Al via ASAP – Let’s change as soon as possible

Sono iniziate le attività del progetto ASAP – Let’s change as soon as possible, promosso dall’Associazione Cultura e Sviluppo nell’ambito del bando CivICa 2019 – Progetti di Cultura e Innovazione Civica di Compagnia di San Paolo. Si tratta di una serie di iniziative volte a diffondere l’educazione alla sostenibilità ambientale nei territori della provincia di Alessandria.

Il progetto affronta il macrotema della sostenibilità attraverso molteplici punti di vista e approcci, mettendo a sistema un bacino ampio di saperi e pratiche, grazie alla partecipazione di una rete di partner pubblici, privati, profit e non profit attivi sul territorio provinciale ma anche regionale.
Un tema ampio, complesso e in continuo aggiornamento, quello della sostenibilità ambientale, che ci si propone di restituire alla cittadinanza nella sua ricchezza in maniera unitaria, esauriente e aggiornata, anche grazie a collaborazioni di alto valore scientifico.

Finalità
ASAP si impegna a rispondere a un bisogno generale di informazione chiara e attendibile che restituisca, da una parte la complessità del tema della sostenibilità ambientale, e dall’altra il suo carattere di continuo sviluppo e aggiornamento, anche alla luce dei più recenti scenari post-covid 19. Il progetto si inserisce infatti nello spazio aperto tra la necessità di agire con forza per affermare nuovi paradigmi di sostenibilità e il bisogno di partecipazione civica attiva, nodale in merito al tema ambientale e al contesto post pandemico.
In questo senso le attività rivolte a diverse comunità territoriali si propongono come strumenti per ristabilire un tessuto sociale fortemente colpito dai più recenti fatti, supportando i cittadini a diversi livelli:

  • le famiglie tramite attività di centro estivo nell’estate 2020 e laboratori nella primavera 2021 (a cura di Coop. Semi di Senape e FIAB);
  • gli studenti e gli insegnanti con un’offerta formativa di alto profilo scientifico, volta a integrare le attività scolastiche ordinarie (attività promosse dall’UPO/ DiSIT, Gualapack);
  • le associazioni locali tramite un significativo supporto economico nell’acquisto di materiali che permettano di riprendere le usuali iniziative fondamentali per la partecipazione alla vita pubblica locale (con il supporto di EcoTecnologie Soluzioni per l’Ambiente);
  • i giovani attraverso momenti di aggregazione e dibattito sul tema della partecipazione civica e dell’attivismo in merito alla sostenibilità ambientale (a cura dell’UPO/DiSIT e Ass. Cultura e Sviluppo).

In parallelo, si è individuata la necessità di mettere in luce il tema della sostenibilità ambientale in relazione alla produzione industriale, riferendosi all’impatto dei processi di produzione, all’analisi delle materie utilizzate, alla più recente legislazione sul tema e alla formazione professionale (a cura di IAL e Gualapack).
Adottando un approccio cooperante e dialogo continuo, il progetto promuove la responsabilità e le potenzialità di trasformazione dei cittadini coinvolti e stimola gli enti della rete progettuale – insieme alle associazioni locali dei comuni ‒ a riconoscere il proprio potenziale di iniziatori di processi di cambiamento e innovazione civica.
Il progetto, infine, attiva sinergie fruttuose tra progettualità simili diffuse sul territorio provinciale, mettendo a sistema impegni, saperi, pratiche.

Modalità di intervento e beneficiari
Il progetto agisce su quattro piani di intervento e si rivolge a diverse comunità del territorio della provincia di Alessandria.

  1. piano teorico e informativo – produzione e raccolta di contenuti specifici e moduli formativi volti a diffondere una visione ad ampio raggio, scientificamente esaustiva e attendibile, sul tema della sostenibilità ambientale. Beneficiari coinvolti: studenti delle scuole superiori delle province di Alessandria, Vercelli, Novara; studenti delle scuole elementari e medie della provincia di Alessandria; comunità locali e associazioni dei comuni di San Salvatore Monf.to, Cassine, Montecastello (AL); titolari, dirigenti, quadri di PMI della provincia di Alessandria; giovani e studenti universitari; bambini e famiglie;
  2. piano pratico – valorizzazione di attività che permettano di mettere in atto azioni concrete per acquisire conoscenze tecniche e buone pratiche nella riparazione di oggetti, riuso creativo di materiali, autoproduzione ecologica, ciclofficina, che si trasformino in abitudini, per una quotidianità a impatto zero. Beneficiari coinvolti: comunità locali dei comuni di San Salvatore Monf.to, Cassine, Montecastello (AL).
  3. piano logistico-gestionale ‒ supporto delle associazioni locali dei tre comuni partner nell’acquisto di stoviglie monouso biodegradabili. Beneficiari coinvolti: associazioni locali dei comuni di San Salvatore Monf.to, Cassine, Montecastello (AL).
  4. piano digitale – incremento dei contenuti dell’app WikiWaste, progettata e sviluppata dalla Cooperativa E.R.I.C.A. e già in uso in due dei tre comuni al progetto. Beneficiari coinvolti: comunità locali e amministrazioni dei comuni di San Salvatore Monf.to, Cassine, Montecastello (AL).

Collaborazioni operative e scientifiche
Il progetto ASAP si avvale della collaborazione operativa e scientifica di:

  • Università del Piemonte Orientale, in particolare del neo-nato Centro Interdipartimentale sulla Sostenibilità e del DiSIT – Dipartimento Scienze e Innovazione Tecnologica per la conduzione di incontri di sensibilizzazione rivolti a studenti e giovani;
  • Gualapack Group, nell’ambito di incontri per gli studenti delle scuole superiori sul tema dell’impegno aziendale per la sostenibilità, alla luce dei recenti report di sostenibilità prodotti da un team specializzato dell’azienda;
  • COREPLA, consorzio con conoscenze altamente specializzate sul tema della raccolta differenziata di imballaggi in plastica e sul relativo riciclo, con specifiche relativamente allo status quo legislativo, fiscale, industriale e del mercato;
  • E.R.I.C.A., cooperativa con un impegno pluriennale nella sensibilizzazione sulle tematiche ambientali, che ha sviluppato strumenti didattici e informativi innovativi, specifici e esaurienti, da parte di un team altamente qualificato;
  • IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Piemonte SRL, ente con esperienza pluriennale nella formazione professionale in ambito aziendale, il cui doppio sguardo – da una parte sul tema della sostenibilità in senso ampio, e dall’altra rispetto alla formazione all’interno delle aziende – rende possibile avviare riflessioni sul tema dei bilanci di sostenibilità e della valutazione dell’impatto ambientale all’interno delle aziende coinvolte;
  • EcoTecnologie Soluzioni per l’ambiente di Alizeri Marco, azienda impegnata dal 2008 nella produzione di stoviglie monouso compostabili con particolare attenzione nei confronti della derivazione delle materie prime, della loro trasformazione e conseguente smaltimento, che supporta il progetto e le associazioni locali dei comuni nell’acquisto delle stoviglie;
  • Semi di Senape, cooperativa che vanta un’ampia esperienza nell’outdoor education e in laboratori partecipativi per bambini e famiglie promossi nell’ambito del progetto ReMix, il primo centro di riuso creativo di materiali di scarto dell’industria e dell’artigianato, polo di pedagogia della sostenibilità in provincia di Alessandria;
  • FIAB, che promuove la cultura della riparazione e della mobilità sostenibile tramite il progetto Ri-Cyclo, una ciclofficina itinerante che giungerà anche presso i tre comuni coinvolti;
  • Anolf, che supporta la diffusione e comunicazione del progetto attraverso il coinvolgimento attivo di volontari in un’ottica di inclusione sociale.

Scopri di più sul sito di Let’s change ASAP

Lascia un commento