Riforma economica, Jobs Act e reddito minimo in tempo di crisi: ai Giovedì Culturali Enrico Morando e Andrea Fumagalli – MATERIALI

Il ruolo dei Governo è certamente centrale nel definire regole e tracciare strategie per uscire dal tunnel della crisi dell’economia reale che ha investito il nostro Paese. L’obiettivo del prossimo incontro dei Giovedì Culturali sarà quello di ragionare pragmaticamente e non ideologicamente su una questione di grande complessità come le riforme economiche in Italia, nel quadro più ampio della crisi globale.

Per questo, saranno nostri ospiti Enrico Morando, Viceministro dell’Economia e delle Finanze del Governo Renzi, e Andrea Fumagalli, economista critico già ospite delle nostre serate. Quali sono i contenuti e la portata reale del Jobs Act dopo l’approvazione dei decreti attuativi? Quali i vantaggi e i limiti per le imprese, i lavoratori e i cittadini tutti? Insomma, come rilanciare l’economia italiana? Quale scenario ci attende? Come e quanto possono incidere le riforme?

Una riflessione, infine, sarà dedicata al reddito minimo di cittadinanza, di cui il professor Fumagalli è qualificato studioso, e, più in generale, al ripensamento del welfare in Italia e in Europa (quanto incide la svolta greca in questo senso?)

Vi invitiamo, pertanto, alla conferenza (già prevista al 5 febbraio e poi rimandata a causa del maltempo) che avrà per titolo Riforma economica, Jobs Act e reddito minimo in tempo di crisi che si terrà giovedì 26 febbraio dalle 19 alle 22,30 (con pausa buffet alle 20.30).

Nostri graditi ospiti saranno, come detto, Enrico Morando, Viceministro dell’Economia e delle Finanze, ex senatore del Partito Democratico e Andrea Fumagalli, Professore Associato di Economia presso l’Università degli Studi di Pavia.

(foto a destra di Niccolò Caranti)

Qui la sintesi dell’incontro

Lascia un commento