#laculturanonsiferma – Un tè con Mauro Icardi

Affrontiamo il rapporto tra l’uomo e l’acqua con Mauro Icardi, chimico che da anni si occupa della gestione dei processi di depurazione e attivo divulgatore per la Società Chimica Italiana (su Il blog della Sci i suoi numerosi interventi). Spesso ci dimentichiamo dell’importanza dell’acqua nella nostra quotidianità (specie adesso che bisogna lavarsi sovente le mani), ma soprattutto di quanto la rete fognaria sia stata importante ad esempio nella riduzione delle epidemie.

Tra le relazioni tra l’Uomo e l’ambiente, quella legata all’impatto degli scarichi civili è di cruciale importanza, influenzata dal cambiamento delle precipitazioni e dalla portata dei fiumi, ma anche dalla crescente presenza di sostanze “nuove” come farmaci, antibiotici, cosmetici e microplastiche.

Una nota letteraria: se vi interessa una lettura avventurosa e fantastica nel “mondo di sotto” che scorre sotto le nostre città, leggete “La Compagnia dell’Acqua” di Giacomo Papi (Ed. Einaudi).

In dialogo con il dottor Icardi, il professor Enrico Boccaleri, direttore del Centro Interdipartimentale sulla Sostenibilità UPO4Sustainability dell’Università del Piemonte Orientale.

Contenuto realizzato in collaborazione con:

“Università chiuse ma menti aperte, guardando sempre avanti, perché la cultura non è legata solo e soltanto a luoghi fisici”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento