Calendario

 

Mar
13
Lun
2017
Caffè Scienza – Terremoti: rischio sismico, prevenzione e protezione @ Cultura e Sviluppo
Mar 13@16:30–18:00

Dal 1500 al 2000 le vittime dovute ad eventi naturali in Italia sono state in media 23 a settimana. Per il 75% si sono verificate in occasione di eventi sismici.

Come si misura il terremoto? Che cos’è il rischio sismico? La strategia di difesa dai terremoti va messa a punto nel contesto più generale della minaccia dei rischi naturali in condizione di risorse disponibili limitate. Prevenzione significa proteggere costruzioni, infrastrutture e territorio prima che il sisma avvenga ed è praticamente fattibile solo se si costruisce in modo sostenibile e resiliente.

Proteggere dove il danno sismico non c’è ancora stato costa molto meno che ricostruire o riparare dove il danno è già avvenuto. Prevenire conviene, anche perché si salvano vite e si può intervenire senza urgenza, con criteri di priorità motivati e con procedure più trasparenti e denaro pubblico che non si muove verso direzioni poco controllabili. Occorre però una programmazione a lungo termine (oltre 30 anni).

Relatore: Alessandro De Stefano, già Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni al Politecnico di Torino, ha tenuto corsi di Costruzioni in zona sismica, Ingegneria sismica, Dinamica sismica e analisi strutturale, Progetto di strutture antisismiche. È autore di numerosi lavori scientifici pubblicati su riviste nazionali e internazionali. La sua attività scientifica è orientata verso i temi del controllo strutturale attivo ed adattativo e il monitoraggio delle strutture esistenti. Ha inventato e brevettato (Politecnico di Torino-ENEA) un sistema di isolamento sismico per edifici di carattere storico monumentale. È stato anche consulente per il Tribunale de L’Aquila per l’incidente probatorio in merito a sospette irregolarità nella fornitura e posa degli isolatori sismici del Progetto C.A.S.E.

Giu
22
Gio
2017
Giovedì Culturali – Concerto finale con il Conservatorio Vivaldi e l’Orchestra giovanile Juniorclassica @ Cultura e Sviluppo
Giu 22@19:00–21:00

 

 

 

 

 A conclusione della stagione 2016-2017 dei Giovedì Culturali, l’Associazione Cultura e Sviluppo è lieta di ospitare un appuntamento musicale organizzato in collaborazione con il Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria. Il concerto che verrà presentato è il risultato di uno speciale progetto musicale, a cui molte persone si sono dedicate con passione; persone testimoni di un modo di pensare all’arte e al sapere in generale in cui grandi nomi della cultura italiana, come ad esempio il M° Riccardo Muti, invitano a credere.

Per il quarto anno consecutivo, nel microcosmo del Conservatorio A. Vivaldi una speciale alchimia ha coinvolto vari attori, i quali hanno lavorato con un preciso fine artistico. Per questo scopo, la Classe di Esercitazioni Corali della Scuola di Musica per Adulti (un coro formato di appassionati e dilettanti, che dedicano il loro poco tempo libero alla musica) ha affrontato con il suo Direttore, Monica Elias, lo studio della parte canora; gli allievi del Corso di Propedeutica alla Direzione d’orchestra, avviato con successo presso il Conservatorio, hanno lavorato alacremente assieme al loro docente nonché supervisore dell’intero progetto, M° Paolo Ferrara e hanno avuto anche la grande opportunità di cimentarsi nella conduzione di una vera orchestra, cosa assai difficile per chi, oggigiorno, studia questa materia. L’Orchestra giovanile Juniorclassica quest’anno è partner di questo progetto didattico, essendo una emanazione dell’orchestra Classica di Alessandria, e nata con lo scopo di incoraggiare i giovani allo studio della musica, contrastare il disagio giovanile e la dispersione scolastica, creando occasioni di aggregazione e offrendo opportunità di condividere un’importante esperienza a livello artistico per imparare i criteri dello “stare in orchestra”.

Insomma, si parte dai ragazzi giovanissimi e si arriva ai coristi che sfiorano i settant’anni, passando per gli studenti di strumento musicale effettivi e gli studenti di direzione d’orchestra. Tutto questo, naturalmente, con il supporto del Direttore del Conservatorio, la professoressa Angela Colombo. L’entusiasmo che ha contagiato tutti i partecipanti è stato grande, ma la cosa straordinaria è che è stato ripagato dal risultato, a dimostrazione del fatto che, quando le volontà, caparbiamente, si uniscono per creare qualcosa di bello, il risultato arriva.

Vi invitiamo dunque

GIOVEDI 22 GIUGNO
ore 21-23 (con brindisi finale)

al concerto che vedrà protagonisti la CLASSE DI ESERCITAZIONI CORALI DELLA SCUOLA DI MUSICA PER ADULTI, gli ALLIEVI DEL CORSO DI PROPEDEUTICA ALLA DIREZIONE D’ORCHESTRA del Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria e l’ORCHESTRA GIOVANILE JUNIORCLASSICA.

Programma:

JOHANN MICHAEL HAYDN
“Nunc dimittis” – Graduale
“Ecce Sacerdos Magnus” – Graduale in festo S. Silvestri, Virgili et Martini
vel de Confessore Pontifice

DANIELE BERTOTTO
“De Sancta Maria Magdalena”
Sequenza per coro e orchestra

WOLFGANG AMADEUS MOZART
Offertorio KV 222
“Misericordias Domini”

Apr
19
Gio
2018
Serata Primo Levi: parole e musica per non dimenticare @ Cultura e Sviluppo
Apr 19@19:00–22:30

In prossimità del 25 aprile, festa della Liberazione dal nazifascismo, l’Associazione Cultura e Sviluppo organizza un’importante iniziativa in collaborazione con la Fondazione Primo Levi. Nell’ambito dei Giovedì culturali sarà infatti nostro ospite il presidente della Fondazione, il professor Fabio Levi (ordinario di Storia contemporanea presso l’Università di Torino), e con lui interverranno Roberta Mori e Domenico Scarpa, curatori del volume Album Primo Levi [Einaudi, Torino 2017], presentato nel corso della serata.

L’Album si propone di mettere in risalto gli aspetti più originali dell’opera di Levi, che – al di là della tragica esperienza del Lager – è uno scrittore di straordinaria importanza, letto oramai in tutto il mondo, ma anche un uomo di pensiero fra i più sensibili alla vita concreta di oggi. La figura dell’autore torinese sarà analizzata dagli ospiti nella sua completezza, e la sua opera – “una costellazione, ricca di luci e profondità” – presentata nei suoi tratti essenziali.

Nella seconda parte dell’incontro, poi, il gruppo Yu Kung cercherà di raccontare attraverso la musica i temi più significativi della personalità di Primo Levi e della sua produzione. Non solo il lager, dunque, ma anche la Resistenza, il rapporto con la religione e la tradizione ebraica, l’amore per la montagna, gli ideali di giustizia e di libertà.

Vi invitiamo, dunque, alla conferenza di

GIOVEDI 19 APRILE 2018
ORE 19.00 – 22.30 (con pausa buffet alle ore 20.30)

SERATA PRIMO LEVI
PAROLE E MUSICA PER NON DIMENTICARE

Come detto interverranno

FABIO LEVi – ROBERTO MORI – DOMENICA SCARPA

e nella seconda parte dell’incontro si esibirà il gruppo

Yu Kung: Primo Levi. La vita e la musica