Calendario

 

Apr
28
Gio
2016
Giovedì Culturali – Europa, Turchia e terrorismo @ Cultura e Sviluppo
Apr 28@17:00–20:30

Con gli attentati di Parigi, Bruxelles e Ankara, la recente offensiva del terrorismo islamista ha colpito i centri nevralgici dell’Europa e la capitale di uno Stato che, dopo un decennio di eclissi, sta riacquistando una rinnovata centralità per la politica europea. La collocazione geografica della Turchia ne fa un paese-chiave non solo in ottica antiterroristica, ma anche nell’auspicio di una regolazione efficace dell’ondata migratoria di origine mediorientale. E proprio il controverso ma necessario rapporto euro-turco, che chiama in causa la contaminazione fra culture ed evidenti divergenze nella concezione dei diritti fondamentali, può riaprire – di concerto con l’imprevedibile esito del referendum programmato in Gran Bretagna – il dibattito sulla membership dell’Unione europea, in una fase storica segnata dal ripensamento complessivo delle sue frontiere interne ed esterne.

A mettere a fuoco i molteplici risvolti della questione contribuiranno Marco Ansaldo, vaticanista e inviato di politica internazionale del quotidiano “La Repubblica”, autore del volume Chi ha perso la Turchia (Einaudi 2011), e Pier Paolo Portinaro, fra i massimi studiosi di storia delle dottrine e delle istituzioni politiche europee. Interverrà anche Stefano Quirico, storico del pensiero politico e dell’integrazione europea, che ha appena pubblicato il volume L’Unione europea e il terrorismo (Morlacchi 2016).

Vi invitiamo dunque

GIOVEDI 28 APRILE 2016
ORE 19.00 – 22.30 (con pausa buffet alle ore 20.30)

all’incontro dal titolo

EUROPA, TURCHIA E TERRORISMO 

Nostri ospiti, come detto, saranno

MARCO ANSALDO
vaticanista e inviato di politica internazionale del quotidiano “La Repubblica”

PIER PAOLO PORTINARO
professore ordinario di Filosofia politica presso l’Università degli Studi di Torino

È previsto anche l’intervento del dottor Stefano Quirico, afferente al Centro di ricerca LASPI e collaboratore del Dipartimento DIGSPES dell’Università del Piemonte Orientale, autore del recente volume L’Unione europea e il terrorismo (Morlacchi 2016)

Mag
5
Ven
2017
Progetto Genitori – Le tappe dello sviluppo. Le mosse da fare per una crescita sana e armoniosa @ Cultura e Sviluppo
Mag 5@18:30–21:00

Quando nasce un figlio, i genitori si chiedono che cosa devono aspettarsi dalla sua crescita: quando lo vedranno sorridere per la prima volta, quando dirà le prime parole, quando comincerà a camminare. Ovviamente non ci sono “momenti fissi” in cui devono accadere determinate cose, ci sono però delle fasi di crescita: intervalli temporali in cui i bambini tendono ad acquisire determinate capacità, ciascuno con i propri tempi e con i propri ritmi, a partire dalla prima infanzia fino a giungere all’adolescenza.

Affronteremo l’argomento dello sviluppo armonico, dell’autonomia e della maturazione, nonché dei campanelli d’allarme che caratterizzano il processo evolutivo dalla nascita fino all’età della maturazione sessuale.

Ne parleremo

VENERDI 5 MAGGIO
alle ore 20.30

nella conferenza dal titolo

LE TAPPE DELLO SVILUPPO
Le mosse da fare per una crescita sana e armoniosa

ospite

MAURIZIO CREMONTE
direttore dell’unità di Neuropsichiatria Infantile presso il Presidio Ospedaliero Infantile
dell’Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria

Come sempre l’incontro è gratuito e aperto a tutti, ma è richiesta l’iscrizione tramite il modulo on-line www.culturaesviluppo.it/progettogenitori, su prenotazione è anche possibile usufruire del servizio gratuito di baby-sitting (bambini di età compresa tra 3 e 12 anni)

Gen
29
Lun
2018
Proiezione del film “Il rumore della memoria” di Marco Bechis @ Cultura e Sviluppo
Gen 29@21:00–23:00

Nella ricorrenza della Giornata della Memoria 2018 l’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna, l’I.I.S. Saluzzo-Plana con Officinema (laboratorio cinematografico), in collaborazione con l’Associazione Cultura e Sviluppo e la Fic (Federazione Italiana Cineforum) presentano Il rumore della memoria, il film documentario di Marco Bechis, prodotto dalla Karta Film. La proiezione avrà luogo lunedì 29 gennaio alle 21 con ingresso libero.

Nato on line come web serie in sei puntate da un’idea del regista Bechis coadiuvato da Caterina Giargia e i giornalisti del “Corriere della Sera” Antonio Ferrari e Alessia Rastelli, in seguito trasformato in lungometraggio, Il rumore della memoria è la storia di un viaggio da Buenos Aires ad Auschwitz. La fuga da Milano di Vera Vigevani Jarach nel 1939, quando era bambina, la deportazione in campo di concentramento di suo nonno Ettore Felice Camerino e tanti anni dopo, nell’Argentina del 1976, la scomparsa di sua figlia Franca, una delle 30.000 vittime della dittatura argentina. E la storia di Marco Bechis, desaparecido sopravvissuto.

Ott
11
Gio
2018
Giovedì Culturali – Festival Adelio Ferrero: “Il futuro della memoria” @ Cultura e Sviluppo
Ott 11@19:00–23:00

La vicenda umana e artistica di Marco Bechis è protagonista della serata di apertura del Festival Adelio Ferrero – Cinema e Critica, L’opera cinematografica di Bechis è un viaggio nel tempo che nel tentativo di documentare il presente storico mantiene saldo il legame con la memoria. Nel suo viaggio tra i sopravvissuti, Bechis osserva dal punto di vista dell’esperienza personale del dolore e del sopruso subìto durante la dittatura argentina, le ingiustizie innanzitutto culturali che si dipanano nel mondo. Bechis ha presentato al mondo, con due splendidi film, tutto l’orrore della dittatura argentina (Garage Olimpo) e il dramma dei figli dei desaparecidos (Hijos) che, sottratti alla nascita alla vera famiglia, dati in dono come prezioso bottino di guerra ai militari assassini, hanno scoperto la loro origine grazie al lavoro condotto dalle madri e dalle nonne di Plaza de Mayo.

Marco Bechis è nato a Santiago del Cile. Cresciuto tra San Paolo e Buenos Aires, nell’aprile del 1977 viene sequestrato dalla polizia nella capitale argentina e portato in un carcere clandestino (da questa esperienza avrà origine il film Garage Olimpo). Dopo quattro mesi viene rilasciato ed espulso dall’Argentina e approda a Milano. I suoi film hanno vinto 14 premi internazionali. Nel 2004 con Caterina Giargia fonda Karta Film e inizia la preparazione di La Terra degli Uomini Rossi – Birdwatchers, suo primo film come regista e produttore, lungometraggio sulla tragedia della popolazione Guarani Kaiowa’ devastata dai fazendeiros. Successivamente, Bechis si dedica al documentario, prima con Tutte le scuole del regno, poi con la web serie Il rumore della memoria, che racconta la vera e straordinaria vita di Vera Vigevani Jarach, una delle fondatrici dell’associazione delle madri di Plaza de Mayo.

Vi invitiamo pertanto

GIOVEDI 11 OTTOBRE 2018
ore 19,00 – 23,00 (con pausa buffet alle 20,30)

all’incontro dal titolo

IL FUTURO DELLA MEMORIA

Nostri ospiti saranno

MARCO BECHIS regista

CATERINA GIARGIA art director

ANDREA POGLIANO docente di sociologia – Università Piemonte Orientale

modera ROBERTO LASAGNA, critico cinematografico

Nella seconda parte della serata sarà proiettato il lungometraggio Garage Olimpo

Nov
26
Lun
2018
Caffè Scienza – Il fiume da elemento vitale a fonte di angoscia: perché? @ Cultura e Sviluppo
Nov 26@17:30–19:00

IL FIUME, DA ELEMENTO VITALE A FONTE DI ANGOSCIA: PERCHÉ?
CONOSCERE MEGLIO I SISTEMI FLUVIALI PER GESTIRLI CORRETTAMENTE

LUNEDI 26 NOVEMBRE
ore 17,30-19

I sistemi fluviali sono attualmente contraddistinti da una diffusa incuria e disinteresse da parte dell’opinione pubblica. Addirittura, spesso vengono percepiti come elementi instabili, degradati e pericolosi del nostro paesaggio. Ma non è sempre stato così. La plurimillenaria storia della civilizzazione nel nostro paese testimonia uno strettissimo rapporto con i sistemi fluviali, che costituivano una componente essenziale per la vita quotidiana delle popolazioni. Cosa è cambiato? In questo incontro ripercorreremo alcune delle fasi di questa trasformazione nel rapporto tra uomo e fiume, cercando di comprenderne i meccanismi e le ripercussioni. Vedremo inoltre come, attualmente, numerosi falsi miti e atteggiamenti pseudoscientifici ostacolino la corretta gestione delle acque correnti. Ciò che non si misura non si conosce. Ciò che non si conosce non si governa. In questa fase di rapido cambiamento climatico, conoscere meglio i nostri fiumi è una necessità sempre più evidente.

Relatore:  Stefano Fenoglio, professore associato in Ecologia – Disit, Università del Piemonte. La sua attività di ricerca verte essenzialmente su temi legati all’ecologia fluviale, al monitoraggio biologico della qualità ambientale e alla gestione della biodiversità acquatica. Collabora con numerose Università e Centri di ricerca in Italia e all’estero.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop – Presidio Soci di Alessandria