fbpx

Lunedì 29 novembre 2021, dalle ore 9 alle 13, presso la sala conferenze Palatium Vetus, si è tenuta la seconda giornata informativa a favore dei finanziamenti per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio.

Il convegno “L’Università del Piemonte Orientale in relazione con la città di Alessandria: le ricadute e le potenzialità future per il territorio”, promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con i partner Associazione Cultura e Sviluppo, Fondazione SolidAL e Agenzia di Sviluppo Territoriale LAMORO, ha voluto mettere in evidenza il percorso svolto fino ad oggi dall’Università e i passi che ha in programma di adempiere per il prossimo futuro, mantenendo forte l’obiettivo di divenire un punto di riferimento per il tessuto culturale e sociale della città.

A seguito dei saluti istituzionali a cura della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, della Prefettura di Alessandria, della Provincia e del Comune di Alessandria, Alessio Del Sarto e Antonio Maconi hanno introdotto le tematiche previste per la mattinata, moderando gli interventi programmati.

Grazie all’intervento a distanza del Rettore Gian Carlo Avanzi e agli interventi in presenza del Prorettore (Roberto Barbato), dei Direttori dei due Dipartimenti – DISIT (Leonardo Marchese) e DIGSPES (Serena Quattrocolo)-, oltre che del Prof. Enrico Boccaleri (Promotore del Centro Interdipartimentale) e della Dott.ssa Loredana Segreto (Direttice generale), si è potuta approfondire la conoscenza del “Piano strategico dell’UPO 2018-2024”, ossia un progetto di sviluppo della presenza universitaria ad Alessandria con la creazione di un polo aggregatore delle funzioni universitarie: un vero e proprio campus sostenibile. Il progetto prevede la creazione di un nuovo spazio che possa essere utile anche nel perseguimento degli obiettivi legati alla Terza Missione dell’Università, ponendo sempre più al centro l’interazione con la società del proprio territorio di riferimento.

Il Prorettore Roberto Barbato: “Ringrazio le istituzioni del territorio presenti a questo momento promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Cultura e Sviluppo, SolidAL, Lamoro. Un appuntamento per la condivisione con il territorio, teso ad illustrare l’evoluzione dell’offerta formativa e le nuove iniziative dell’Ateneo, che ha permesso di comprendere quanto la nostra Università stia investendo e attivando sinergie, a partire dalla realizzazione del campus illustrata dal Rettore Avanzi, la sinergia per la l’accoglienza degli studenti e quella con l’Azienda Ospedaliera con cui abbiamo avviato il master per coordinatori di ricerca e numerose altre iniziative con la Scuola di Medicina, il Disit e il DISGPES, a cui si aggiungerà la collaborazione con il nuovo Dipartimento dedicato ai temi dello sviluppo sostenibile e la transizione ecologica a Vercelli. Argomenti di grandissima
attualità per un percorso che vedrà la presenza di docenti del settore scientifico, ma anche economisti, giuristi e umanisti. Abbiamo in questi anni fatto molti passi avanti, al servizio degli studenti e delle comunità dei nostri poli didattici”

Antonio Maconi, presidente di Fondazione SolidAL, dichiara “La presenza dell’Università nel territorio alessandrino è ormai consolidata, così come i rapporti con le istituzioni locali, che operano in sinergia per il miglioramento dell’offerta formativa, elemento rafforzato inoltre dalla caratteristica di essere università tripolare. La giornata di oggi ha fornito una visione complessiva dello sviluppo dell’Università e delle ricadute positive sui vari territori, a partire dalla prospettiva per Alessandria con il nuovo campus presentata dal Rettore Avanzi e dal prorettore Barbato. Un ringraziamento ai relatori che hanno posto in evidenza quanto e come la presenza dell’Università possa essere un valore per il territorio: ora è sempre più chiaro quanto viene fatto e quali sono le direttrici dello sviluppo, pertanto credo che l’appuntamento di oggi possa diventare annuale per continuare a fornire un contributo nel rapporto rinnovato tra l’Università e la comunità.”

Il Convegno è stato occasione per innescare nel prossimo futuro processi virtuosi di collaborazione territoriale con l’obiettivo di compiere ulteriori passi avanti nel radicamento dell’Università sul nostro territorio, favorendo l’ampliamento dell’offerta educativa, sociale e culturale a disposizione delle giovani generazioni.

Di seguito, potete visualizzare alcuni dei materiali proposti:
● “L’evoluzione dell’offerta formativa e le nuove iniziative dell’Ateneo”, Prof. Roberto Barbato, Pro-Rettore del Piemonte Orientale – PRESENTAZIONE .pptx
● “Prospettive di sviluppo del DiGSPES in relazione al piano strategico di Ateneo”, Prof.ssa Serena Quattrocolo, Direttore Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali DiGSPES – PRESENTAZIONE .pptx
● “UPO e l’agenda ONU 2030: il centro interdipartimentale UPO4Sustainability”, Prof. Enrico Boccaleri, promotore del Centro interdipartimentale – PRESENTAZIONE .pptx
● “Nuovi aspetti organizzativi e gestionali dell’Ateneo”, Dott.ssa Loredana Segreto, Direttore generale del Piemonte Orientale “Avogadro” – PRESENTAZIONE .pptx

Il video del convegno è visualizzabile visitando il sito della Fondazione CRAL, nella sezione “Gallerie Multimediali”.