fbpx

Con l’inviata Tiziana Ferrario ecco come si raccontano guerre e crisi umanitarie

Dopo aver raccontato l’Afghanistan come inviata di guerra a Kabul, Tiziana Ferrario è tornata nel paese ai piedi dell’Hindukush con La principessa afghana e il giardino delle giovani ribelli (Chiarelettere, 2021), il romanzo che dà voce a una donna, tenace tessitrice di pace, la cui famiglia è stata brutalmente cacciata e costretta all’esilio. Homaira, la principessa che dà il titolo al libro, è stata la nipote dell’ultimo sovrano afghano, Re Zahir Shah, l’uomo che ha governato il paese per quarant’anni, dal 1933 al 1973, prima di essere spodestato con un colpo di stato.

La giornalista sarà ospite dei Giovedì Culturali dell’Associazione Cultura e Sviluppo giovedì 31 marzo alle 18 (è raccomandata la prenotazione del posto tramite il form in fondo alla pagina). L’incontro sarà l’occasione per riflettere anche sulle questioni di stretta attualità riguardanti lUcraina e l’esodo dei profughi e sulla professione dei giornalisti che svolgono il ruolo di inviati nelle zone di crisi del mondo. Introduce e modera Mimma Caligaris, giornalista de Il Piccolo.

Tiziana Ferrario, giornalista, è stata uno dei volti del Tg1, inviata di politica estera e corrispondente da New York. Ha seguito i conflitti in Afghanistan e in Iraq, ha realizzato reportage da Pakistan, Iran, Arabia Saudita, Libano, Siria, Yemen, intervistando i protagonisti della scena internazionale, tra cui il presidente iraniano Ahmadinejad, il presidente afgano Karzai, il presidente pachistano Musharraf e il leader palestinese Abu Mazen. Ha raccontato l’elezione dei presidenti americani George W. Bush e Barack Obama. Ha seguito le più importanti emergenze umanitarie internazionali, dalla piaga dell’Aids nell’Africa subsahariana alla guerra in Darfur, dal conflitto del Nord Uganda alle tensioni in Kashmir. Ha ideato e condotto il Tg dei ragazzi, primo programma di informazione per adolescenti in Italia. Per il suo lavoro dal fronte della guerra afgana e irachena ha ricevuto numerosi premi ed è stata insignita del riconoscimento di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per l’impegno civile come giornalista inviata in aree di guerra.

“In un mondo sospeso tra la vita e la morte, la principessa osserva il sangue che è tornato a scorrere nella sua terra, si prende cura delle donne che bussano alla sua porta, mentre gli integralisti avanzano seminando odio e vendette. È ancora vivo in lei il ricordo di un tempo in cui l’Afghanistan era meta di viaggiatori e paradiso degli hippie, terra di cultura e tradizioni millenarie, dove le donne non venivano lapidate negli stadi”. Nelle pagine del libro, Tiziana Ferrario lascia entrare e uscire le storie e le voci che immortalano la quotidianità di un paese a rischio oblio. Sono le storie e le voci di chi ha scelto di seguire la propria vocazione: giornaliste, insegnanti, medici, sminatrici, ma anche sportive, poliziotte, giudici, musiciste, disegnatrici, appassionate di costume e moda, donne fiere e audaci in un mondo di uomini che le vuole sottomesse, una generazione che non si vuole fermare, anche se la vita è diventata impossibile.

Iniziativa in collaborazione con Assessorato e Consulta Pari Opportunità nell’ambito del Marzo Donna e con Associazione Stampa Subalpina.

Come stabilito dalla normativa vigente, per accedere alla sala sarà necessario essere in possesso della Certificazione verde COVID-19 RAFFORZATA (“SUPER GREEN PASS”) in corso di validità, in formato digitale o cartaceo per le persone dai 12 anni di età in su. La certificazione andrà presentata agli addetti al controllo. All’ingresso verrà rilevata la temperatura corporea e se superiore ai 37,5°, non sarà consentito l’accesso. Tutti i partecipanti devono indossare la mascherina di protezione FFP2 durante la permanenza nella sala e nei locali accessori e sono tenuti a disinfettarsi frequentemente le mani e sicuramente ogni qual volta vengano a contatto con superfici “comuni” utilizzando gli appositi gel messi a disposizione, sia all’ingresso dello stabile sia all’interno della sala conferenze.

Clicca qui per leggere la sintesi

The event is finished.

Data

31 Mar 2022
Expired!

Ora

18:00 - 19:30

Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: 31 Mar 2022
  • Ora: 12:00 - 13:30

Etichette

Giovedì Culturali

Luogo

Associazione Cultura e Sviluppo
Piazza Fabrizio De Andrè, 76 | Alessandria
Categoria

Organizzatore

Associazione Cultura e Sviluppo
Telefono
0131222474
Email
info@culturaesviluppo.it

Prossimo evento

QR Code

Archivio Eventi

Nessun evento trovato!

Invia commento